Le Coppette di Sant’Antonio sono dei dolci tipici di Dogliani e del Monregalese ma si possono trovare anche in alcune panetterie nell’Alessandrino. La preparazione di questi dolci richiede l’utilizzo di noci, nocciole tostate, miele zucchero e di ostie tonde. Innanzitutto si privano le noci della pellicina e si tritano. Terminata questa fase si impastano le noci con lo zucchero all’interno di un recipiente che deve essere scaldato per caramellare lo zucchero. Una volta ottenuto un impasto densi si uniscono nocciole tritate e miele. Si termina il tutto inserendo l’impasto tra le due ostie. Raffreddato il ripieno si può gustare. Il dolce ottenuto ha un diametro di circa 10 centimetri e un’altezza di 1. Solitamente la loro preparazione avviene in inverno e specialmente a metà Gennaio, durante la festa di Sant’Antonio. A Dogliani e nel Monregalese le Coppette di Sant’Antonio vengono chiamate Cöpete. La conservazione di questo dolce può essere prolungata se inserito all’interno delle tradizionali burnie. All’interno dei vasetti in vetro, si possono consumare anche dopo mesi. Se ti è piaciuto l’articolo non puoi perderti assolutamente quello dedicato alle Mantovane di Cossato.