Miasse (Miasce)

Le Miasse, conosciute anche come Miasce, sono un prodotto tipico di Quincinetto e delle aree montane del Biellese. Il termine Miassa/Miascia deriva molto probabilmente dal neologismo “meligacce” che indica la crosta che rimane attaccata alla pentola durante la cottura della polenta.

La produzione di questo prodotto consiste nella cottura di un pastella su una particolare piastra. Per ottenere una sfoglia omogenea viene utilizzata una particolare spatola di legno. La cottura dura circa 2-3 minuti.

La preparazione della pastella avviene mescolando insieme farina di granoturco, farina di grano, acqua, olio, uova e sale. In alcune zone di produzione il burro prende il posto dell’olio oppure viene aggiunto del latte annacquato all’impasto.

Generalmente, le Miasse si consumano molto calde accompagnate con formaggi, salumi o semplicemente con dello zucchero. Tradizionalmente i formaggi che accompagnano questo prodotto sono il salignun o il mortrett.

In passato, la produzione delle Miasse avveniva al posto di quella del pane. Ai giorni d’oggi si consumano in svariati modi: per esempio si usano come crackers insieme ai crauti e al salagnun.

Il 24 Maggio, a Settimo Vittone e nei paesi vicini, si mangia questo prodotto con la Zuppa di Bugole e con altri formaggi per festeggiare Maria Ausiliatrice. A Quincinetto, patria di questa sfoglia, si svolge una sagra in onore di questo tipico prodotto piemontese durante l’autunno.

Se ti è piaciuto questo articolo non puoi perderti quello dedicato ai Runditt.

Sei un produttore di “Miasse”?

Vorresti comparire in questo articolo?