Salame del Cios

Il Salame del Cios è un insaccato tipico prodotto nella Valle Belbo e in particolare nel comune di Calosso, in provincia di Asti.

La preparazione di questo salume inizia radunando tutte le parti di carne magra derivate dalla rifinitura di spalla e prosciutto e le parti grasse derivate dal lardo e dalla pancetta. Questi pezzi vengono macinati a grana media ed, in seguito, si procede impastando il tutto. Durante questa fase si aggiunge alla carne sale, pepe, aglio, noce moscata, cannella e chiodi di garofano. Una volta ottenuto un impasto omogeneo si procede all’insaccatura in budello cieco di maiale. Questa scelta rende il salume di grosse dimensioni. Infatti la lunghezza è intorno ai 20 centimetri, il diametro può raggiungere i 15 centimetri e il peso può variare da 1,5 a 2 kg.

Dopo aver insaccato il tutto avviene l’asciugatura e la stagionatura. Quest’ultima può durare dai 50 ai 60 giorni. Solitamente la produzione del Salame del Cios avviene nel periodo invernale.

Il termine Cios, nel piemontese parlato nelle zone di produzione, vuol dire chiuso (riferimento al budello utilizzato in fase di produzione).

Salta subito all’occhio la somiglianza con la Coppa ma la sua morbidezza è migliore e la sua conservazione è più lunga.

Sei un produttore di “Salami del Cios”?

Vorresti comparire in questo articolo?