La Toma di Celle è un formaggio fresco tipico del comune di Celle Macra nella Valle Maira in provincia di Cuneo. Questo formaggio, prodotto anche nelle aree limitrofe a Celle Macra, è prodotto con latte vaccino crudo e intero. Il latte munto al mattino viene miscelato con altro latte parzialmente scremato della sera precedente. Una volta scaldata la miscela di latte fino al raggiungimento di 38°C, si aggiunge il caglio e si aspetta circa 60 minuti. Terminato questo periodo si procede con la rottura della cagliata fino ad avere dei pezzi grandi come nocciole. Questi pezzi vengono in seguito posti all’interno di una fascera per un periodo di 12-20 ore. Durante questo periodo la cagliata perde gran parte del siero. Dopo questo periodo di riposo si toglie il prodotto dalla fascera e si posiziona su un telo per altre 24 ore. Terminata la fase su telo, si può consumare e mettere in commercio il formaggio. è possibile inoltre far maturare il prodotto per una settimana cambiando ogni 24 ore il telo. Il formaggio che risulta da questa lavorazione è privo di crosta ed è a pasta bianca. Il peso varia dal chilo al chilo e mezzo. Il diametro della forma è di 24 centimetri mentre l’altezza è di circa 3 centimetri. Il sapore della Toma di Celle è dolce e ricorda il latte fresco. Tradizionalmente si abbina questo formaggio con le patate di montagna bollite e con la salsa Aioli, tipica delle Valli Occitane.