Agnolotti del Plin

Gli Agnolotti del Plin sono una pasta fresca piemontese. Originari delle Langhe e del Monferrato, i Plin sono però presenti in tutto il Piemonte grazie al loro buonissimo ripieno di carne di arrosto. Questo ripieno è avvolto attorno ad una pasta all’uovo che è talmente sottile da far intravedere quello che c’è dentro.

Le radici storiche di questo piatto la possiamo cercare presso le massaie piemontesi che creavano questi capolavori per riutilizzare la carne avanzata durante un pasto. Di fatto sono simili agli agnolotti piemontesi ma con la differenza che i plin sono a forma di barchetta.

Il nome di questa pasta deriva dal dialetto che identifica con la parola plin un “pizzicotto“. Questa azione di pizzicare è fatta da chi ha il compito di chiudere il ripieno all’interno della pasta.

La raccolta inizia passando un’apposita lama sul terreno che provoca la separazione dell’aglio dalla terra. Questo viene poi disposto in maniera ordinata sul terreno per 7 giorni. Durante questa fase l’aglio viene essiccato naturalmente. Passato questo periodo si procede alla raccolta e all’essiccazione e stagionatura in azienda.

Se ti è interessato l’articolo ti consiglio di leggere quello dedicato alla Bagna Càuda.

Sei un produttore di “Agnolotti del Plin”?

Vorresti comparire in questo articolo?

Questo articolo e le pubblicazioni di esso sui social e sul web presentano immagini che hanno il diritto di citazioni.