Canestrelli

I Canestrelli sono un biscotto tipico appartenente alla famiglia delle cialde e tradizionale di molte zone del Piemonte. Questa cialda è presente sul territorio piemontese fin dal Medioevo. Si hanno tracce della loro presenza nel Canavese e nella Valle di Susa ma con un nome differente. Infatti il loro antico nome era nebule.

Il nome Canestrello molto probabilmente deriva dal fatto che questo biscotto, una volta cotto, viene messo all’interno di particolari cesti di vimini detti canestri.

Tradizionalmente, questo biscotto, è tipico di Crevacuore, Borgofranco d’Ivrea, Ivrea, Mazzè, Vaie, alcuni comuni della Valle Susa e tutti i comuni del canavese.

La ricetta

La ricetta utilizzata attualmente contiene all’interno farina bianca, cacao amaro, zucchero, burro, cacao zuccherato, noce moscata in polvere, uova, vino rosso e rhum. Alcuni ingredienti non erano presenti nella ricetta degli antichi canestrelli. Per esempio, il rhum fu introdotto verso la metà del 1800 e la noce moscata sostituì i chiodi di garofano.

La ricetta è molto variabile in Piemonte infatti e possibile trovare canestrelli con all’interno marsala o vermut al posto del rhum.

La loro preparazione inizia mischiando tutti gli ingredienti solidi fino ad ottenere un composto dal colore omogeneo. In seguito si devono aggiungere tutti gli altri ingredienti ed amalgamare il tutto. Una volta terminata questa operazione si devono creare delle palline con l’impasto appena creato. Ora arriva il momento clou della preparazione: la cottura. Questa fase è molto particolare. Infatti si prendono le palline, create in precedenza, e si inseriscono tra due piastre di ferro caldo. La cottura dura circa 30 secondi (come dice la tradizione “il tempo di una Ave Maria“) fino quando la cialda non assume il caratteristico color testa di moro.

Tradizionalmente, sulle piastre sono incisi disegni o le iniziali di chi produce il biscotto. Queste incisioni danno origine a particolari segni sui biscotti che permettono di individuare subito il produttore.

Ai giorni d’oggi, si possono trovare canestrelli anche al gusto di cacao e vaniglia, nocciola, limone, arancia, caffè, menta, cocco e addirittura al pistacchio.

Sei un produttore di “Canestrelli”?

Vorresti comparire in questo articolo?

Questo articolo e le pubblicazioni di esso sui social e sul web presentano immagini che hanno il diritto di citazioni.