Il Cri-Cri è un tipico cioccolatino pralinato prodotto in molte confetterie di Torino. Questo cioccolatino vestito da caramella è nato nel 1886 dalle mani di Giuseppe Morè, eccezionale confettiere di Torre Pellice (TO). Questo cioccolatino è prodotto partendo da una nocciola che viene minuziosamente ricoperta di cioccolato. La particolarità di questo cioccolatino è il fatto che la copertura di cioccolato è a sua volta rivestita con uno strato di mompariglia. La mompariglia è un insieme di piccolissime e bianchissime sferette di zucchero. Una volta terminata questa fase, il cioccolatino viene arrotolato nelle tradizionali carte stagnole colorate che presentano bordi frastagliati. Esiste una leggenda riguardo all’origine di questo particolare nome. Tutto nasce da una giovane ragazza di Torino di nome Cristina. Questa ragazza era fidanzata con un giovane torinese che la chiamava con il diminutivo “Cri”. Il giovane, ogni volta che incontrava la sua fidanzata, comprava la pralina in questione in una confetteria i cui proprietari erano amici di famiglia. La commessa, ogni volta che il ragazzo si presentava per comprare il cioccolatino, gli chiedeva “Cri?” e il ragazzo rispondeva sempre “Cri!”. Il proprietario, vista la scena un bel po’ di volte, decise così di dare il nome di Cri-Cri a queste praline per ricordare la semplicità e la spensieratezza di un amore tra due giovani.