La Focaccia di Susa è un dolce tipico dell’omonima città che è presente sulle nostre tavole dal 1870 (se non prima). 

La sua preparazione inizia miscelando le uova insieme al burro e allo zucchero. Ottenuto un impasto spumoso si aggiungono farina di grano tenero, sale e lievito di birra. Una volta impastato il tutto si lascia lievitare il tutto per circa due ore. Terminato questo periodo si creano delle sfere con l’impasto che vengono in seguito appiattite fino ad ottenere una spianata rotonda. Questa spianata deve avere un diametro compreso tra i 28 e i 50 centimetri ed uno spessore di circa 1,5 centimetri. Ora si lascia di nuovo riposare il tutto per un’ora e poi si rialzano i bordi con le dita e si cosparge tutta la focaccia di zucchero. Sulla focaccia vengono inoltre praticati dei buchi per non permettere la formazione di bolle. Ora si cuoce la focaccia in forno a 500°C. Questa temperatura permette allo zucchero di caramellare.

Lo zucchero che viene cosparso sulla Focaccia di Susa viene a volte disposto in modo da formare alcune immagini come stelle, cuori o colombe. Durante l’Epifania c’è l’usanza di mettere all’interno dell’impasto una fava.

Se ti è piaciuto l’articolo ti consigliamo di leggere quello sul Castagnaccio.