Mele della Valsessera

Con il termine Mele della Valsessera si vuole indicare un insieme di cultivar autoctone coltivate nell’omonima valle. Tra queste varietà troviamo: Gran Alesander, Presec, Limunin, Sunaja, Sciarle, Gerb, Cumin-a, Bela Giusepina, Piatlin, Mutuneta, Giarun e Bel d’America. 

Gran Alesander 

Questa mela è una delle più diffuse nella valle. Le sue qualità organolettiche sono eccellenti. La fioritura tardiva di questa varietà salva i fiori dalle gelate. La dimensione della Gran Alesander è modesta e la forma è appiattita. La buccia è rossa viva lucida e tende al giallo nella parte inferiore. La polpa è succosa e saporita. E’ possibile conservarla fino a Natale. Il suo nome deriva dallo zar russo che importò il frutto nel 1800. 

Presec 

Le dimensioni di questa mela sono ridotte mentre la forma è tondeggiante. Il colore della buccia è prevalentemente verde con una faccia rosata. La polpa è succosa e dolce. E’ possibile conservarla fino a marzo e si trova spesso in abbinamento al merluzzo. 

Limunin 

Il Limunin è la varietà più apprezzata localmente. La sua forma è simile a quella del limone. La buccia è gialla e la polpa è tenera e dolce. E’ possibile conservarla fino a gennaio. 

Sunaja 

Questa mela autunnale ha una forma allungata. La buccia è verde con striature rosse. La polpa è farinosa, succosa e sfumata sul rosso. Il suo nome deriva dal fatto che i semi “ballano” e suonano come una sorta di maracas. E’ possibile conservarla fino a gennaio.

Sciarle

Questa varietà ha una forma conica e le dimensioni sono piccole. La buccia varia dal verde brillante al giallo a seconda del livello di maturazione. La polpa è soda, dolce e succosa. E’ possibile conservarla fino a marzo.

Gerb

Come la Gran Alesander, presenta una fioritura tardiva e ha dimensioni medio grandi. La forma è tondeggiante, la buccia è verde e presenta una rugginosità nelle cavità. La polpa è simile a quella delle Renette.

 Cumian-a

 Questa mela è molto apprezzata e, a differenza delle altre Mele della Valsessera, può essere conservata fino a primavera inoltrata. La sua forma è allungata. Il colore della buccia è gialla con striature rosse mentre la polpa è croccante con un sapore che migliora con il passare del tempo.

 Bela Giusepina

La Bela Giusepina è una mela dalla buona pezzatura con una forma tondeggiante piatta. E’ molto simile alla renetta rossa e la polpa presenta un grana pastosa dal sapore accentuato. E’ possibile conservarla fino a Dicembre.

Piatlin

Questa mela è conosciuta per la ruggine locale e per il suo aspetto piatto (come indica il nome). La buccia è completamente ricoperta dalla ruggine e presenta piccole protuberanze. La polpa ha un sapore dolce un po’ acidulo.

Mutuneta

Questa varietà è piccola e ha una forma conica. La buccia è rugginosa nella parte superiore mentre è verde nella parte inferiore. E’ molto saporita, leggermente acidula ma dolce. La sua conservazione è estremamente lunga.

Giarun

Questo mela è la più diffusa fra tutte quante. Le dimensioni sono medio piccole, la buccia è di colore verde con striature rosse e la polpa bianca è dolce/acidula. Quest’ultima è molto dura.

Bel d’America

La Bel d’America è conosciuta per il caratteristico aroma della polpa che compare nel periodo di gennaio. La buccia presenta una faccia rosa mentre il colore di fondo è quasi bianco. La polpa è molto saporita. 

Sei un coltivatore di “Mele della Valsessera”?

Vorresti comparire in questo articolo?