Il Formaggio Ossolano è un prodotto tipico della Val d’Ossola ed è presente in due varianti: Ossolano ed Ossolano d’Alpe. Tutte e due le varianti presentano il marchio DOP. Alcune caratteristiche comuni tra queste due tipologie sono la facilità di fondere, la provenienza del latte e l’aroma delicato e armonico. La prima caratteristica rende questo formaggio perfetto per le fondute di ogni genere. Invece, la provenienza del latte è solamente da vacche allevate negli alpeggi della Val d’Ossola. L’Ossolano presenta una forma cilindrica dal diametro che varia dai 29 ai 32 centimetri mentre il peso varia tra i 6 e i 7 chili. La crosta è di color paglierino, tendente al grigio nelle forme più stagionate, mentre la pasta è compatta, morbida e dal colore paglierino più o meno carico. La sua produzione avviene nel fondovalle. L’Ossolano d’Alpe, invece, presenta una forma cilindrica dal diametro che varia dai 26 ai 33 centimetri mentre il peso varia tra i 4 e i 6 chili. La crosta è di color paglierino chiaro mentre la pasta è compatta, morbida e dal colore giallo. La sua produzione avviene negli alpeggio ad altitudine non inferiore ai 1400 m.s.l.m. Sia per l’Ossolano che per l’Ossolano d’Alpe, sono presenti in commercio tre livelli di stagionatura. Infatti è presente un formaggio poco stagionato dai 60 ai 180 giorni e due versioni più stagionate: il vecchio e lo stravecchio. Il vecchio è stagionato dai 181 ai 360 giorni mentre lo stravecchio è stagionato oltre ai 360 giorni. Tracce di questo formaggio sono presenti fin dall’epoca medievale. Vedi anche Sola e Montebore.