La Panna Cotta è un dolce, così detto al cucchiaio, che ricorda vagamente un budino bianco delicato ricoperto di zucchero caramellato. La sua preparazione avviene con ingredienti semplici come la panna, il latte, lo zucchero a velo vanigliato e la colla di pesce. Alcuni gradiscono inserire tra gli ingredienti anche un po’ di rhum e marsala. La preparazione inizia facendo sciogliere la colla di pesce in una casseruola di latte scaldato. Contemporaneamente, in un secondo tegame, si porta quasi a bollore la panna mischiata con lo zucchero. Ora bisogna mischiare il contenuto dei due tegami all’interno di uno stampo rettangolare, fatto caramellare in precedenza. In questa fase, per gli amanti del liquore, si aggiungere il rhum ed il marsala al composto. Una volta completata questa fase si mette lo stampo in frigorifero per almeno 3 ore ed il gioco è fatto. L’origine della Panna Cotta è databile agli inizi del 900. Tradizionalmente, si pensa che ha crearla sia stata una signora ungherese trasferitasi nelle Langhe. Ai giorni d’oggi, questo dolce si può trovare in tutta Italia e non solo in Piemonte. Solitamente è servito con salsa ai frutti di bosco, al caramello o al cioccolato. Dolci simili alla Panna Cotta sono presenti in Grecia, Francia ed Inghilterra. In Danimarca, invece, è presente un dolce tradizionale identico alla Panna Cotta che viene chiamato “Moos hwit”. L’unica differenza tra i due dolci è il periodo storico in cui sono stati “inventati”. Infatti, in Danimarca, questo dolce è presente fin dal 1200.