I Torcetti sono un dolce tipico dalle dubbie origini. Infatti si pensa siano stati creati per la prima volta intorno al 1750 a Lanzo ma non si ha la certezza. Una cosa certa è che i torcetti una volta erano molto differenti da quelli che si trovano attualmente in vendita. Ai giorni d’oggi, vengono prodotti in tutto il Piemonte ma specialmente nelle Valli di Lanzo, nella provincia di Torino, nel Canavese e nel Biellese. Una volta, questi dolci dalla forma a goccia, erano dei semplici grissini in versione dolce. Questi venivano cotti nei forni comuni in attesa che il forno avesse la temperatura giusta per cuocere il pane. Anche gli ingredienti erano differenti. Oggi, come ingredienti, si utilizzano farina tipo 00, acqua, burro, lievito di birra, malto e sale. La ricetta originale varia solo nell’utilizzo dello lievito madre invece di quello di birra. La preparazione è semplice. Una volta impastati tutti gli ingredienti, bisogna creare dei bastoncini dalla lunghezza di 10 centimetri. Ora si uniscono le due estremità, si unge il tutto con acqua e si spolvera con zucchero. In seguito, si lascia riposare l’impasto per 2 ore per poi infornarlo per 20 minuti. Il suo consumo può avvenire una volta che il prodotto non è più caldo e si possono conservare per circa 6 mesi. A differenza di oggi, che si possono mangiare in ogni momento, i Torcetti venivano dapprima dati ai bambini nelle rare occasioni di festa, poi si iniziarono a servire a fine pasto nelle ricorrenze più importanti (matrimoni, battesimi, ecc).