Il Torrone alle Nocciole è un dolce presente su tutto il territorio piemontese ma in particolare nelle zone di Asti e di Alba. La caratteristica principale di questo dolce è proprio la presenza delle nocciole.  Il Torrone, sia quello Asti che quello d’Alba, è preparato con nocciole, sciroppo di glucosio, miele, zucchero semolato, vanillina, albume ed ostie. La preparazione di questo dolce avviene solo nel tipo friabile e non viene ricoperto in nessun modo. La cottura dura circa 6 ore e permette di non alterare il profumo del miele. All’interno di entrambe le ricette vengono utilizzate Nocciole Tonde Gentili e miele “Millefiori” di origine piemontese. La storia ci racconta che il Torrone è stato introdotto nell’astigiano dai cuochi dei Visconti di Milano. Questi personaggi erano soliti visitare le zone di Asti a causa dei buoni rapporti che avevano con i banchieri Astigiani. Da inizio del 1300 fino alla fine del 1700 i torroni venivano fabbricati da molti artigiani con materie prime locali. Alla fine del 1700 un pasticcere astigiano prese il meglio di ogni ricetta e formulò la ricetta del conosciuto Torrone d’Asti. Questa ricetta è tutt’ora utilizzata con piccole modifiche.