Uva Fragola

L’Uva Fragola è il tradizionale frutto che si trova sulle tavole piemontesi a fine pasto nei giorni conclusivi di settembre. Questo frutto è molto apprezzato dai consumatori per il suo gusto dolciastro che assomiglia vagamente alla fragola e per alcuni addirittura alla banana.

Sul territorio piemontese sono presenti due varietà di Uva Fragola: quella a buccia bianca e quella a buccia nera. Nella zona di Borgo d’Ale, in cui l’Uva Fragola è prodotto tipico, è coltivata unicamente la varietà a buccia nera con polpa rossastra. Inoltre le dimensioni sono medio-piccole.

La coltura è tipicamente a “pergoletta” cioè con l’utilizzo di una struttura per aiutare la pianta a stare in piedi. Per quanto riguarda la concimazione, i produttori tendono a non concimare la pianta. Inoltre, generalmente, non vengono effettuate irrigazioni. La raccolta avviene nella seconda metà di settembre.

Il commercio, oltre a quello locale, è molto sviluppato nell’area della Lombardia e della Svizzera. 

Come anticipato in precedenza, l’Uva Fragola è un frutto tradizionale delle zone di Borgo d’Ale. In queste zone la coltivazione di questo frutto è presente da metà degli anni 50 ma il vero boom si ha dagli anni 70. Oltre al comune di Borgo d’Ale, questo frutto è coltivato ad Alice Castello, Cigliano, Maglione e Moncrivello.

Sei un coltivatore di “Uva Fragola”?

Vorresti comparire in questo articolo?