Asparago di Borgo d’Ale

L’Asparago di Borgo d’Ale è un ortaggio coltivato nell’omonimo comune e nei territori limitrofi in provincia di Vercelli.

Le caratteristiche che rendono unico questo ortaggio sono dovute all’ambiente, alla tecnica colturale e alle varietà coltivate. Tra queste sono molto apprezzate la dolcezza e la tenerezza dei germogli. Inoltre il turione si presenta di colore verde-bianco a causa delle particolari tecniche colturali utilizzate.

La raccolta avviene tra inizio Aprile e fine Maggio e la produzione varia in base alla vecchiaia dell’impianto. Infatti il primo anno non viene raccolto nessun turione mentre si arriva a pieno regime il 4° anno. Il termine della raccolta è definito dalla diminuzione della dimensione del turione. Questo vuol dire che quando i turioni iniziano a essere esili e non di calibro grande, è ora di terminare la raccolta.

L’Asparago di Borgo d’Ale e uno dei pochi ortaggi con la filiera di vendita corta. Infatti dal momento della raccolta al momento dell’acquisto da parte del consumatore non passano più di 72 ore. La commercializzazione avviene in mazzetti di turioni puliti da ogni traccia di terra e dalla lunghezza che varia dai 22 ai 27 centimetri. 

Se ti è piaciuto questo articolo non perderti quello dedicato all’Asparago di Santena.

Sei un coltivatore di “Asparagi di Borgo d’Ale”?

Vorresti comparire in questo articolo?