Asparago di Valmacca

Con il termine Asparago di Valmacca si vogliono indicare quegli asparagi prodotti nell’omonimo comune dopo un’importazione francese nel 1920.

Questa tipologia di ortaggi sono molto conosciuti per le particolari caratteristiche chimico-fisiche, organolettiche e anche estetiche. Queste caratteristiche derivano da molti fattori quali la varietà, l’ambiente e la tecnica colturale. Da segnalare sono il gusto particolarmente intenso e la tenuta alla cottura.

La varietà più utilizzata è la “Argenteuil Valmorin France” che presenta un colore rosato alla base e sfumato sul verde verso la punta. Solitamente la parte commestibile dell’asparago di Valmacca può raggiungere i 22 centimetri.

La semina dell’asparago avviene tramite trapianto della zampa (radici dell’asparago) in terreno preparato con cura fino a sei mesi prima. La raccolta, che avviene solo dopo 1 anno dal trapianto, avviene nel periodo tra aprile e metà giugno. La vendita avviene sulla piazza principale di Valmacca.

Se ti è piaciuto questo articolo non perderti quello dedicato all’Asparago di Borgo d’Ale.

Sei un coltivatore di “Asparago di Valmacca”?

Vorresti comparire in questo articolo?