Fagiolana della Val Borbera

Fagiolo “Bianco di Spagna”

Il termine Fagiolana indica, in Val Borbera, i fagioli della varietà “Bianco di Spagna”. Il colore del fagiolo è infatti bianco avorio.

La superficie del fagiolo risulta liscia mentre risulta ruvida solamente quando c’è stata una scarsa irrigazione durante la vita della pianta. E’ possibile trovare sulla buccia delle striature scure. La forma del seme varia molto da pianta pianta. Infatti questo non risulta essere un tratto distintivo per il riconoscimento della varietà.

Tra i vari tipi di Fagiolana possiamo trovare quella quarantina e quella tardiva. La quarantina è una pianta precoce che produce un seme di piccole dimensioni. La tardiva produce invece un seme di dimensioni importanti e dalle qualità migliori. La semina avviene tra metà aprile e fine maggio. Il seme viene piantato sempre di fianco a un palo, visto che il fagiolo è una pianta rampicante. La raccolta, che avviene manualmente, inizia a metà agosto e dura fino a novembre.

La raccolta del seme avviene a baccello secco. La vendita avviene solo per il prodotto secco a causa della mancanza di un organismo dedicato al commercio. Questo perché i produttori locali non hanno il desiderio di associarsi.

Se ti è piaciuto questo articolo ti consigliamo di leggere quello dedicato ai Fagioli di Cuneo.

Sei un coltivatore di “Fagiolana della Val Borbera”?

Vorresti comparire in questo articolo?