Motta

La Motta è un formaggio a forma di piccola palla, dal diametro massimo di 8 centimetri, prodotta in tutti i comuni della Val Sesia.

La preparazione di questo formaggio avviene per fermentazione lattica naturale. La sua nascita avvenne negli alpeggi a bassa quota a causa della temperatura esterna che, non essendo abbastanza bassa, provocava un’acidificazione del latte.

Per sfruttare il fenomeno, attualmente, si lascia il latte a riposo per un periodo compreso tra le 12 e le 24 ore. Dopo questo periodo, si estrae la cagliata che si è creata naturalmente per mezzo di un recipiente. Qui viene eseguita la salatura e il condimento. Il condimento consiste nell’aggiungere alla cagliata salata pepe, semi di finocchio, cumino e, alcune volte, vino. Messo tutto nel recipiente si amalgama manualmente l’impasto per creare piccole sfere dette motte. Una volta terminata questa fase si esegue la stagionatura che può durare al massimo 15 giorni.

La motta risultante presenta una forma sferica irregolare e un peso che varia dai 300 ai 600 grammi. La crosta ha un colore giallo chiaro simile alla nocciola mentre la pasta è bianca e morbida. Il gusto è dolce, tendente all’acidulo nei casi di stagionatura breve.

Se ti è piaciuto questo articolo non perderti quello dedicato al Mortrett, altro formaggio dalla forma sferica.

Sei un produttore di “Motta”?

Vorresti comparire in questo articolo?