Ravanello Lungo

Il Ravanello Lungo, detto anche Tabasso o Torino, è un ortaggio prodotto sulla collina di Moncalieri.

Il ravanello è un ortaggio coltivato per il consumo della sua radice. La sua radice fittonante è a forma cilindrica ed è molto regolare. Il colore dell’esterno della radice (buccia) è rosso intenso che sfuma sul bianco alle due estremità. La polpa, croccante, è di color bianco e in questa varietà non ha un sapor amarognolo e piccante. Infatti, la sua caratteristica principale è il sapore unico che è ricco di aromi.

La semina del Ravanello Lungo, eseguita sotto serra, avviene tutto l’anno tranne a luglio e agosto. La durata della coltivazione varia dai 21 ai 60 giorni e termina con la raccolta. Solitamente la concimazione avviene solamente tramite l’utilizzo di letame e non concime chimico. Come fertilizzante si utilizza inoltre l’humus di lombrico a metà della fase colturale. Questa coltura ha bisogno di un’irrigazione frequente ma non abbondante.

Il seme viene prodotto direttamente dalle aziende per mezzo di una selezione. Una volta selezionati gli esemplari migliori, si immagazzinano e si attende il mese di aprile per eseguire il trapianto. Queste piante, durante i mesi di maggio e giugno, fioriscono terminando così il loro ciclo naturale che solitamente viene interrotto con la raccolta. La raccolta di questi semi avviene tra fine luglio e metà agosto.

La produzione di questo ortaggio si è ridotta dagli anni 70 a causa della concorrenza spietata del ravanello olandese e di quello di Latina. Questa riduzione di mercato deriva solamente dal prezzo esageratamente ridotto delle altre cultivar. Il sapore di queste ultime non ha però nulla a che vedere con il gusto di questa varietà locale. 

Se ti è piaciuto questo articolo non perderti quello dedicato alla Bietola Rossa di Castellazzo Bormida.

Sei un coltivatore di “Ravanello Lungo”?

Vorresti comparire in questo articolo?